Catechesi e Percorso Adulti

La Catechesi per gli adulti ha luogo il mercoledì alle ore 21.00 in Oratorio. A rigor di logica, qualcuno potrebbe dire o pensare circa la proposta di catechesi degli adulti che in realtà non si tratta di vera catechesi, perché la catechesi ha come centro vivo il mistero cristiano. “Il centro vivo della fede è Gesù Cristo. Solo per mezzo di Lui gli uomini possono salvarsi; da Lui ricevono il fondamento e la sintesi di ogni verità; in Lui trovano la chiave, il centro e il fine dell’uomo nonché di tutta la storia umana. Cristiano è chi ha scelto Cristo e lo segue. In questa decisione fondamentale per Gesù Cristo, è contenuta e compiuta ogni altra esigenza di conoscenza e di azione della fede. La Chiesa, quindi, deve predicare a tutti Gesù Cristo e fare in modo che ogni cristiano aderisca alla sua divina persona e al suo insegnamento, sino a conoscere e a vivere tutto il suo mistero” (RdC n. 57). Nessuna si è proposto di partire dalla Scrittura che contiene la Parola di Dio, anche se la Parola rivelata non è assente dalle proposte elaborate. E questi sono e rimangono documenti irrinunciabili per ogni parroco e ogni buon cristiano cui dobbiamo e possiamo sempre ‘attingere’. Lo stesso Documento Base tuttavia spiegando come la scrittura è ‘fonte’, anzi ‘anima’e ‘libro’della catechesi, si esprime così: “Questa parola, che manifesta la condiscendenza e benignità di Dio, in quanto il suo linguaggio si è fatto simile al linguaggio dell’uomo, contiene la rivelazione del mistero di Cristo e, in esso, di tutto il mistero di Dio. Alla scrittura la Chiesa si riconduce per il suo insegnamento, la sua vita, il suo culto; perciò la Scrittura ha sempre il primo posto nelle varie forme del ministero della parola, come in ogni attività pastorale. Ignorare la Scrittura, sarebbe ignorare Cristo” (RdC n. 105).

Un Percorso per gli adulti dai 30 ai 55 anni è proposto il lunedì alle ore 21.00 in Oratorio in alcuni periodi dell’anno.

Catechesi dell’Iniziazione cristiana

La Chiesa o è madre o non è! Il Battesimo è all’origine della vita dei figli di Dio: le creature che vengono immerse nel fonte battesimale muoiono alla vita di Adamo e si rivestono della vita di Cristo. La Chiesa non solo genera ma educa i suoi figli. È così che struttura un cammino di progressiva iniziazione alla conoscenza d Gesù e della propria natura di figli.

Da 0 a 3 anni la Parrocchia accompagna le famiglie con cinque incontri di preghiera e di formazione.

Da 3 a 6 anni la Scuola dell’infanzia, d’ispirazione cristiana, accompagna i bambini a muovere i primi passi nella preghiera e nella conoscenza dei tempi forti dell’anno liturgico.

Da 6 a 8 anni i bambini con le famiglie vivono quello che si chiama il pre discepolato: si tratta di domeniche con celebrazioni di consegna e di primo annuncio.

Da 8 a 11 anni i bambini vivono in cammino del discepolato: quindicinalmente, nella domenica pomeriggio, la catechesi a gruppi. Il primo anno Cafarnao, il secondo Gerusalemme e il terzo Emmaus. In questi tre anni i bambini celebrano i sacramenti che li abilitano alla vita filiale.

Da 11 a 13 anni i ragazzi vivono il cammino della mistagogia: si tratta di un’approfondimento dei sacramenti della Cresima e dell’Eucaristia. Quest’anno, quindicinalmente, al venerdì alle 20.30 in Oratorio.

Gruppo Betlemme 2018

Gruppo Nazareth 2018

Gruppo Cafarnao 2018

Gruppo Gerusalemme 2018

Gruppo Emmaus 2018

Percorso Fidanzati

Di cosa si tratta?

Dopo anni di studio e di riflessione, supportati da alcune sperimentazioni, nell’Avvento 2008 sono partiti in diocesi di Como i nuovi Itinerari di fede per fidanzati che progressivamente – secondo le indicazioni del Vescovo Diego nelle proposte pastorali per il biennio 2008-2010 – andranno a sostituire i vecchi corsi e percorsi di preparazione al matrimonio. Nella nostra comunità parrocchiale questa nuova formula è stata avviata per la prima volta quest’anno. In che cosa consiste la novità rispetto al passato? In un cambiamento significativo di prospettiva: passare dal “corso” di preparazione al matrimonio, improntato sull’acquisizione di contenuti legati al sacramento del matrimonio e alla vita matrimoniale sotto vari punti di vista (antropologico, psicologico, medico, giuridico, morale, spirituale, sacramentale …) ad un “itinerario” di maturazione della fede, improntato sul modello catecumenale, che mira ad aiutare le due persone e la coppia a riappropriarsi della fede cristiana con cui sono venuti a contatto fin da bambini, a reinserirsi nella comunità in cui vivono e in cui questa fede è vissuta, e ad assumere un impegno morale coerente col Vangelo.

  • L’Itinerario per fidanzati è dunque un cammino dentro la comunità parrocchiale, che si fa carico di accoglierli ed accompagnarli non solo nella persona del sacerdote e delle coppie di sposi che li guidano, ma nella sua totalità: essi sono per lei segno della freschezza della fede che chiede di essere sempre rinnovata.
  • È un cammino dentro l’anno liturgico, che non è solo un calendario della Chiesa, ma “è il Cristo crocifisso e risorto che cammina con la sua Chiesa, agendo per la sua salvezza attraverso i santi segni”: comincia dunque la prima domenica d’Avvento e prosegue fino alla Festa di Cristo Re.
  • Prevede la partecipazione all’Eucaristia domenicale (o vigiliare se l’incontro cade di sabato) del gruppo dei fidanzati. Il sacrificio eucaristico rappresenta infatti l’alleanza d’amore di Cristo con la Chiesa: è dunque punto di partenza e fonte della spiritualità dei fidanzati e degli sposi.
  • I fidanzati sono i soggetti dell’Itinerario, protagonisti: ecco perché è lasciato  molto spazio alla riflessione personale e di coppia, prima ancora che al gruppo.

L’Itinerario nella nostra parrocchia si è avvia con incontri di accoglienza e di conoscenza con le singole coppie nei mesi  di settembre-ottobre. Il percorso parte con la prima domenica di Avvento e prosegue camminando nella fede secondo l’anno liturgico; dopo la pausa estiva in occasione delle ferie, il cammino riprende in settembre per concludersi con la Festa di Cristo Re.  Ogni incontro prevede un momento di accoglienza, in cui ci si prepara alla celebrazione eucaristica; la Messa con la comunità, che i fidanzati collaborano ad animare; la riflessione guidata e il dialogo di coppia; lo spazio per la convivialità con il pranzo o la cena insieme; una breve condivisione in gruppo; la preghiera finale e l’arrivederci.

 Percorso Fidanzati 2017-2018